Servizio di Consulenza Psicologica con WhatsApp

Il servizio di Consulenza Psicologica con WhatsApp può essere effettuato solamente in circostanze particolari e per casi che non presentano particolari complessità. La mancanza del canale comunicativo visivo e auditivo riduce infatti ulteriormente le potenzialità delle tecniche psicologiche utilizzabili in una specifica situazione. Come apparirà senza dubbio chiaro, non può trattarsi di una prestazione avente natura terapeutica, e non è nemmeno possibile effettuare una diagnosi psicologica.

Tuttavia, è uno strumento che può essere molto utile come opportunità di avvicinamento tra la persona che richiede il servizio e lo psicologo; un mezzo che consente di conoscersi reciprocamente prima di iniziare un percorso più approfondito in studio oppure online. Indubbiamente si tratta di una modalità comunicativa particolarmente gradita alle generazioni più giovani, molto più abituate all’interazione via chat. Per questo motivo, l’offerta di questo tipo di servizio si rivolge per lo più ai giovani, purchè maggiorenni.

Si tratta di uno strumento che ha una serie di analogie con la Consulenza Psicologica via Email, ma richiede l’impegno dello psicologo e dell’utente ad essere connessi simultaneamente. Il vantaggio è però quello di ottenere una maggiore interazione diretta, in cui i problemi e le strategie di soluzione adottabili possono essere discussi interattivamente in tempo reale. Avere un feedback diretto offre dunque la possibilità alla persona di poter chiedere chiarimenti, approfondimenti, esempi pratici e/o conferme.

Se il limite operativo di una consulenza psicologica via chat appare dunque evidente, va però riconosciuto che vi sono casi in cui questo può essere un canale estremamente utile. Può infatti consentire anche a persone particolarmente sensibili o riservate di poter esprimere il proprio disagio esistenziale allo psicologo mediante un mezzo che permette di ridurre l’impatto emotivo del contatto diretto con uno “sconosciuto”.

Come già specificato, non vi è la pretesa di pervenire a soluzioni complete con un sostegno psicologico di questo tipo. Ma anche nel caso appena menzionato, non va sottovalutata la potenzialità del colloquio psicologico con WhatsApp di avvicinare l’utente e lo psicologo, che possono disporre di un mezzo con cui costruire una relazione di fiducia.

A chi è rivolto il servizio di Consulenza Psicologica via Chat

Personalmente, cerco dunque di limitare l’utilizzo di WhatsApp come strumento di consulenza psicologica a pochi ambiti. Eccone qualche esempio:

  • Breve Consulenza Psicologica di orientamento per tematiche lavorativesportive, di studio o di relazione interpersonale;
  • Breve Consulenza Psicologica in ambito Motivazionale, relativamente alla scelta di obiettivi e alle relative strategie di realizzazione;
  • Breve consulenza su questioni relative al Benessere psicologico personale, soprattutto in ambito preventivo;
  • Breve Consulenza di orientamento e valutazione relativamente alla scelta di un percorso di Counseling Sostegno Psicologico (oppure di Psicoterapia, mediante invio ad un collega abilitato).

A prescindere dalle valutazioni che verranno effettuate nel corso della consulenza, grazie alle quali sarà possibile comprendere la modalità deontologicamente più opportuna per offrire il sostegno psicologico più adeguato, si tratta in ogni caso di un servizio che consente all’utente di trovare ascolto ed adeguata accoglienza empatica per una situazione per la quale sente di voler richiedere un aiuto.

Consulenza Psicologica con WhatsApp
Immagine da pixabay.com

Come richiedere la Consulenza Psicologica con WhatsApp

Come per i servizi di Consulenza Psicologica via Email e di Sostegno Psicologico Online, anche la Consulenza Psicologica con WhatsApp richiede prima di tutto l’adempimento delle procedure richieste dalla normativa sul trattamento dei dati personali.

Puoi pertanto contattarmi compilando il modulo contatti che trovi in questa pagina e richiedere la consulenza. Provvederò poi a ricontattarti per valutare assieme la situazione e se vi sono i presupposti per procedere all’adozione del metodo della consulenza psicologica via chat per la tua specifica situazione. In seguito, come per tutti i tipi di prestazione psicologica, andranno formalizzati anche tutti gli adempimenti relativi alla compilazione del modello della privacy e del consenso informato.

Altre informazioni

Altre informazioni sul servizio di consulenza e sostegno psicologico online sono disponibili alla pagina introduttiva. Il primo incontro, come per tutti gli altri servizi da me offerti, è gratuito.



Consulenza Psicologica con WhatsApp in sicurezza

Grazie alla crittografia end-to-end e all’assenza di registrazione dei dati sui server del provider, WhatsApp è oggi in grado di garantire un adeguato standard di sicurezza per la riservatezza delle comunicazioni. E’ comunque consigliabile, prima di iniziare una consulenza psicologica con WhatsApp, verificare se sul nostro smartphone le impostazioni relative alla sicurezza dei dati sono impostate correttamente.
A questo scopo, l’azienda fornitrice del servizio mette a disposizione delle istruzioni chiare ed utili, che raccomando vivamente di leggere con attenzione. Si possono trovare a questo indirizzo: https://faq.whatsapp.com/it. Da qui, va selezionato il proprio sistema operativo (click su Android / iPhone / Windows Phone). In seguito, scorrendo l’elenco degli argomenti, all’interno della categoria “Sicurezza e Privacy” si possono trovare tutte le informazioni dettagliate.