Bellezza interiore delle persone e Benessere psicologico

Scoprire la Bellezza interiore delle persone, come strumento di Benessere psicologico personale e di potenziamento delle proprie risorse
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Riconoscere la bellezza interiore innata

Per quanto possa apparire paradossale, un semplice e pratico “esercizio” per favorire in noi uno stato di benessere psicologico è quello di impegnarsi a riconoscere la bellezza interiore innata delle persone con cui abbiamo a che fare. Non ci si deve naturalmente limitare alle persone a noi care, ma questo riconoscimento è importante che si estenda anche anche alle persone con cui entriamo in contatto più o meno frequentemente per motivi professionali, sociali, ecc.

Riconoscere la bellezza interiore innata nelle persone significa sostanzialmente essere in grado di “entrare nel loro cuore“, alla ricerca delle loro migliori qualità. La cosa straordinaria è che possiamo renderci conto, più spesso di quanto si possa pensare, che le persone non sembrano essere del tutto consapevoli di quanta bellezza possa celarsi in loro stesse, sepolta sotto cumuli di paure, conformismi, risentimenti, interessi personali, ecc. Riconoscere la bellezza interiore delle persone che di volta in volta fanno la loro comparsa nella nostra vita significa fare prima di tutto qualcosa di importante per loro. Possiamo infatti renderle consapevoli del loro potenziale inespresso racchiuso nella loro bellezza interiore. E non dovrebbe apparire strano che, in un contesto frenetico come quello moderno, anche una qualità così nobile possa non essere facile da esprimere. Spesso possiamo avere bisogno di chi la riconosca in noi e che pazientemente possa rispecchiarla, restituendocela. In questo modo possiamo avere qualche possibilità in più di riuscire ad integrarla.

A volte possiamo essere noi stessi a non essere consapevoli della nostra bellezza interiore. E come spesso accade, per quanto possa sembrare assurdo, uno dei modi migliori per farla emergere è proprio quello di impegnarsi a saper riconoscere quella degli altri. Questo esercizio può, in breve tempo, instaurarsi nella nostra vita come un prezioso “circolo virtuoso”, grazie al quale il riconoscimento della bellezza nelle altre persone alimenta in noi il desiderio di manifestare la nostra stessa bellezza interiore. Essa, a sua volta, ci spinge a cercare in maniera sempre più gratificante, la bellezza interiore negli altri.

 

Psicologo Online - Bellezza interiore

 

“È bello qualcosa che, se fosse nostro, ci rallegrerebbe,
ma che rimane tale anche se appartiene a qualcun altro”
Umberto Eco

Bellezza interiore e Benessere psicologico

Le persone che posseggono qualche predisposizione verso l’arte o la ricerca della bellezza in generale, conoscono anche la preziosità della bellezza quale base per un sano e duraturo benessere psicologico. Anche le persone apparentemente più “normali”, o addirittura più insignificanti possono esprimere, potenzialmente o velatamente, qualche forma di bellezza interiore che, se valorizzata, può mutare profondamente la percezione che hanno di se stesse. E questo può avere un impatto significativo anche sulla loro autostima.

Se non sembra esservi proprio nulla di apprezzabile da questo punto di vista, è senza dubbio compito nostro saper entrare più in profondità nel cuore di chi ci sta di fronte, perchè non esiste persona che non abbia qualche qualità apprezzabile, anche se timorosamente o orgogliosamente custodita. E la capacità di individuare la bellezza interiore nascosta nelle persone dovrebbe essere, a maggior ragione, una delle principali qualità di chi esercita la professione di Psicologo.

La nostra moderna Psicologia deve fare uno sforzo per rendersi conto della preziosità di aspetti come quello della ricerca della bellezza interiore, sia propria che delle altre persone, quale elemento “terapeutico” per il benessere psicologico. Aspetti come questo sono non di rado ignorati da molti psicologi e da molte scuole di formazione alla professione, che preferiscono concentrarsi sugli aspetti meccanicistici che descrivono l’uomo come “destinato” ad essere un prodotto del proprio passato. Ma tutto questo limita notevolmente la libertà dell’uomo e le sue possibilità espressive. L’uomo ha una quantità straordinaria di risorse per potersi affrancare dal proprio “destino” biologico e ambientale, e la ricerca della propria ed altrui bellezza interiore è uno dei più semplici e potenti.

Bellezza interiore nelle persone e Bellezza della vita

Forse potrà sembrare controintuitivo, ma bastano pochi, sinceri, tentativi per rendersi conto di quanto invece, cercare la bellezza innata nelle altre persone possa essere terapeutico per noi stessi. Le persone con una certa inclinazione ad autosvalutarsi e ad avere un livello di autostima non particolarmente elevato, possono rendersi conto con facilità ancora maggiore di quanto il semplice fatto di prestare attenzione sincera alle belle qualità altrui possa essere una potente chiave che apre porte prima sconosciute del proprio mondo interiore.

Forse il fatto che ancora oggi in molte regioni asiatiche (in particolare India e Nepal) si usi il termine Namastè o Namaskar per salutare le persone, può aiutarci a comprendere l’importanza di questo semplice gesto. Il significato letterale di questa parola (di derivazione sanscrita) è “mi inchino a te”, ma, a seguito della grande attenzione ai valori spirituali che pervade questo tipo di cultura, andrebbe inteso approssimativamente nel modo seguente: “le qualità divine che sono in me riconoscono e si inchinano alle qualità divine che sono in te“. Potrà sembrare una semplice formalità, come la nostra stretta di mano, ma se si prova ad interiorizzarne il significato o anche solamente a meditarne attentamente la profondità, potremmo accorgerci con sorpresa di quanto ci possa essere d’aiuto nel renderci conto della nostra abituale inclinazione a sorvolare distrattamente sulle qualità delle persone.

 

Esercizio

Bellezza interiore - Psicologo Online

Al fine di rafforzare la nostra capacità di apprezzamento delle qualità altrui (e di conseguenza il nostro benessere psicologico), è sufficiente impegnarsi quotidianamente in un semplicissimo esercizio:

Vedere la bellezza interiore innata in almeno tre persone che incontriamo durante la giornata.

Secondo la Psicologia Buddhista, questa capacità è infatti uno dei cardini fondamentali per raggiungere la felicità e la fine della sofferenza, assieme ad altre qualità come la saggezza e la compassione.

Vai alla sezione Strumenti ed Esercizi Psicologici –

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche: