Il Viaggio Interiore Individuale

Nel corso del nostro Viaggio Interiore individuale, possiamo talvolta avvertire la necessità di dare un senso al dolore, alle frustrazioni o a tutto ciò che ci sembra immeritato o incomprensibile
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Nei frenetici ritmi di vita che la quotidianità impone, l’uomo moderno, in possesso di intelligenza e sensibilità sempre più raffinate, non può non chiedersi se dietro a tutto questo non vi sia un senso, un’opportunità di realizzazione interiore o addirittura una ragione di ordine “spirituale”.

Percorsi di sviluppo e potenziamento personale definibili come “il Viaggio dell’eroe” sono piuttosto comuni nel coaching o in altri percorsi formativi, dove molte persone possono trovare stimoli, risorse e tecniche al fine di realizzare i propri obiettivi.

Non è raro però che il proprio “Viaggio Interiore Individuale” possa arrestarsi o deviare dal suo ottimale percorso a causa di qualche momentaneo disagio che lo Psicologo è di norma preparato a riconoscere, e nei confronti del quale dispone di mezzi per aiutare ad elaborarlo in maniera più rapida e mirata.

Psicologo Online - Viaggio Interiore Individuale
Il Viaggio Interiore Individuale

Nel corso del nostro percorso verso la realizzazione individuale possiamo avvertire la necessità di dare un senso al dolore, alle frustrazioni e a tutto ciò che ci sembra immeritato o incomprensibile.

Questa rielaborazione è spesso indispensabile al fine di poter proseguire con la giusta serenità nella propria vita. Un lavoro sul proprio viaggio individuale non è necessariamente finalizzato alla soluzione dei propri problemi. Non tutti i problemi, infatti, possono essere risolti, ma tutti possono essere superati quando vengono esposti alla luce di una nostra nuova capacità di osservare e concepire la meraviglia della vita.

Paradossalmente a volte non è la soluzione dei problemi a farci stare meglio, ma lo sviluppo in noi stessi di una più luminosa capacità di accoglierli con dignità e nobiltàd’animo. Non è raro che sia proprio questo il modo, alla fine, che ci consente di sperimentare una sconosciuta e insperata pienezza di vita.

Nel percorso di scoperta del proprio “Viaggio Individuale”, autonomamente o assieme allo psicologo, vengono esplorate a affrontate tematiche come le seguenti:

  • Impiego di mezzi (come il Counseling con l’Esperienza Immaginativa) finalizzati alla presa di coscienza dei propri potenziali e delle proprie risorse;
  • Consapevolezza dei propri limiti e dei propri blocchi, e sviluppo di adeguate risorse per riuscire a superarli e, ove possibile, trasformarli in risorse;
  • Sensibilizzazione verso la componente più sottile e nobile della nostra personalità, allo scopo di avere maggiore consapevolezza della meta del proprio viaggio individuale;
  • Impiego di tecniche, esercizi e strategie finalizzati ad una più piena e consapevole realizzazione nella vita, nel lavoro e nei rapporti affettivi

Alla fine, lo scopo di questo lavoro non può che essere quello di risvegliare nella persona la propria capacità di autodeterminarsi e di affermarsi seguendo modalità creative individualizzate.

Il lungo Viaggio di Ricerca Interiore non termina mai nella propria vita. In alcuni dei suoi passaggi più difficili può avvalersi della collaborazione di uno Psicologo che può orientare il cuore e la volontà del consultante verso la strada che conduce alla scoperta della propria più autentica meta…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche:

Reincarnazione e Psicologia

Reincarnazione e Psicologia

La credenza nella Reincarnazione (come ogni altra espressione autenticamente religiosa), se nasce da un sincero anelito spirituale del cuore, risveglia nell’uomo l’innato bisogno di Eterno. La Psicologia richiama però alla necessità di una stretta focalizzazione sul presente.
Reincarnazione e Psicologia sono due mondi necessariamente inconciliabili? Forse no, ma è necessario fare attenzione ad alcuni aspetti.