Sviluppare la nostra Empatia

Sviluppare la nostra Empatia. Uno strumento molto efficace per il benessere personale e per lo sviluppo di competenze relazionali profonde e sincere
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Nelle pagine di questo sito abbiamo già parlato dell’importanza dell’impegno a sviluppare la nostra Empatia. Questa qualità, sempre più riconosciuta in diversi ambiti della vita umana, può davvero essere un elemento di straordinaria importanza per stabilire relazioni interpersonali equilibrate e ricche.

Pur essendone indubbiamente dotate, numerose persone si chiedono però se esistono dei modi per sviluppare questo potenziale, per potersi aprire alla manifestazione dell’Empatia in maniera efficace e completa. Riportiamo quindi di seguito alcuni suggerimenti pratici che possono essere utili per sviluppare la nostra empatia. Si tratta per lo più di questioni di buon senso, ma la cui efficacia potrebbe addirittura sorprenderci.

Sviluppare la nostra Empatia
Sviluppare la nostra Empatia – Immagine da unsplash.com

Sviluppare l’Empatia con l’Ascolto Profondo

La capacità di ascoltare con presenza, apertura all’altro ed autentico interesse è una dote piuttosto rara. Provocatoriamente, qualcuno afferma che in realtà, quando parliamo con le altre persone, spesso non stiamo realmente entrando in relazione con loro. Stiamo semplicemente aspettando il nostro turno per parlare. Si tratta senza dubbio di un’affermazione eccessiva, ma contiene probabilmente un’ombra di verità. Dovremmo avere prima di tutto il coraggio di chiedere a noi stessi:

  • quanta attenzione dedichiamo alle altre persone quando interagiamo con loro?
  • con quanto interesse ascoltiamo le loro parole, ma anche le loro emozioni, sentimenti, preoccupazioni, sofferenze, ecc.?
  • quanti minuti, in una giornata tipica, riusciamo a dedicare disinteressatamente agli altri e a ciò che sta loro a cuore?
  • quanta sincerità e amorevole desiderio vi è in noi quando ci stiamo relazionando con qualcuno?

Oggi si parla spesso di Mindfulness, o di Presenza Mentale. Ma forse in nessun ambito come nelle relazioni personali questo aspetto dovrebbe essere valorizzato. La Presenza Mentale a livello relazionale indica esattamente tutto ciò di cui avremmo bisogno per riuscire ad ascoltare, ad empatizzare correttamente, a provare sincero interesse e ad offrire il meglio di noi stessi al nostro interlocutore.

In sostanza, per sviluppare la nostra empatia è indispensabile saper prestare un ascolto profondo all’altra persona, cercando di rendersi conto delle sue reali esigenze e di cosa stia cercando di comunicarci realmente attraverso tutti gli aspetti non verbali. A questo scopo, un interessante esercizio quotidiano potrebbe essere quello di interessarsi con sincerità ed apertura ad almeno una tra le persone che si incontrano. E’ sufficiente chiederle come sta. Se la domanda è posta con interesse autentico e sincero, i risultati possono sorprenderci in brevissimo tempo.

Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile, sempre

Ian Maclaren

Iniziare da sé stessi…

Come è facile comprendere, la prima persona che dovremmo imparare ad ascoltare in profondità siamo proprio noi stessi. Non abbiamo alcuna possibilità di comprendere le emozioni altrui ed interpretarle con il giusto equilibrio se non abbiamo familiarità con la nostra sfera emozionale più profonda. L’empatia più vera è un sentimento ad ampio spettro, che richiede prima di tutto sincerità con noi stessi.

Fare ricorso alle capacità immaginative

Gli esercizi di visualizzazione creativa possono essere utili a tanti scopi, anche per sviluppare la nostra empatia. Dal momento che ciò di cui spesso le persone difettano è l’ascolto profondo, un efficace esercizio per allenare questa capacità può essere quello di cercare di immedesimarsi immaginativamente con l’altra persona.

  • Assumendo il suo punto di vista, come ci sentiremmo nella stessa situazione in cui si trova?
  • Quali sentimenti o emozioni caratterizzerebbero il nostro essere?
  • Quali parole vorremmo sentirci rivolgere per essere aiutati a gestire una situazione che ci addolora?
  • Quale vorremmo fosse l’approccio delle altre persone nei nostri confronti?

Gli esempi possono essere infiniti. L’unico aspetto importante è la necessità di cercare di immedesimarsi con lo specifico punto di vista dell’altro; come se si vedesse il mondo con i suoi occhi; come se vivessimo esattamente la medesima situazione.

Sviluppare la nostra Empatia grazie all’osservazione

Quando pensiamo a qualche modo per poter sviluppare la nostra empatia, forse ci dimentichiamo di averne uno formidabile sempre a portata di mano: la nostra vita quotidiana. Quante persone incontriamo quotidianamente che potrebbero offrirci la possibilità di comprendere qualcosa in più su loro stesse?

In ogni gesto, c’è un significato, un’intenzione, uno stato d’animo, un’emozione, un sentimento, un meccanismo di difesa e tante altre cose. Il tono della voce offre informazioni preziosissime sul mondo interiore del nostro interlocutore. E lo stesso si può dire anche rispetto alla sua mimica e alle espressioni facciali.

Possiamo quindi prenderlo come un prezioso esercizio quotidiano. Sforziamoci in ogni momento di leggere tra le pieghe dei comportamenti, delle espressioni e degli atteggiamenti che le persone attorno a noi assumono. Questo favorirà l’emergere in noi di un’abilità sempre più raffinata e consolidata di allineamento con il vissuto interiore dell’altro.

Permettere agli altri di mostrare empatia nei nostri confronti

Forse potrà sembrare inusuale, ma per apprendere ad empatizzare profondamente con le altre persone dobbiamo consentire loro di poterci offrire la loro empatia. Imparando ad accoglierla, senza dubbio si affineranno anche le nostre capacità non solo di restituirla, ma anche di saperla offrire a persone diverse.

Il riconoscimento e l’accettazione del gesto empatico a noi rivolto può sciogliere resistenze, può alimentare emozioni e può donare la gioia dell’ascolto sincero.

Leggere…

Potrà apparire come il suggerimento più banale, ma data la scarsa propensione alla lettura dimostrata in generale dalle persone, può senz’altro giovare ricordarlo. Esistono in commercio diverse pubblicazioni sull’Empatia e sul modo di alimentarla in sé stessi. Esistono anche numerosi articoli disponibili liberamente in rete. Possiamo pertanto approfittare dell’altrui esperienza, maturata negli ambiti del vissuto quotidiano o della ricerca in Psicologica, che costantemente si aggiorna.

Il vero “segreto” di quest’arte, è però, a mio parere, la capacità di provare una gioia autentica nell’esprimere la propria crescente empatia. Tra le varie qualità umane, questa è senza dubbio quella che più di molte altre richiede un elevato livello di sincerità, autenticità e genuinità di sentimento.

Altri articoli sull’Empatia

Se hai qualche richiesta o se desideri esprimere la tua opinione su questo argomento di Psicologia Pratica, puoi farlo utilizzando lo spazio per i commenti dei lettori che trovi di seguito. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Psicologia Pratica

Psicologia Pratica - Relazioni Personali
Psicologia Pratica - pixabay.com
Il compito principale nella vita di un uomo è di dare alla luce se stesso trasformandosi in tutto ciò che è in grado di essere. Il risultato di tali sforzi sarà la sua personalità.
Psicologo Online - Erich Fromm
Erich Fromm
Psicologo e Filosofo

Tutti gli argomenti di Psicologia Pratica

Amore non corrisposto - Psicologo Online

Superare un amore non corrisposto

Un amore non corrisposto può ferire profondamente il cuore di una persona sensibile. Ecco alcuni suggerimenti per reagire con consapevolezza a questa esperienza

Offrire un consiglio - psicologo online

Psicologia Pratica – Offrire un Consiglio

Offrire un consiglio può inibire la capacità di una persona di attingere alla sua sorgente creativa più profonda. Deve essere offerto solo se effettivamente richiesto e dopo aver aiutato la persona ad elaborare la propria soluzione

Il Counseling con l'Esperienza Immaginativa

Potrebbe interessarti anche:

Forza del Carattere

Autostima o Arroganza? La vera forza del carattere

L’autentica forza del carattere tende oggi ad essere confusa con l’arroganza o l’aggressività. Spesso questa qualità non è innata. E’ il prezioso conseguimento di cui possiamo beneficiare dopo aver affrontato con umiltà e successo determinate difficoltà della vita.

Solitudine e Fiducia in se stessi - Psicologo Online

Solitudine e fiducia in se stessi

La solitudine, anche quella più nobile e interiorizzante, lascia in noi tracce di vuoto e di distanza. E’ necessaria una grande fiducia in sé stessi per valorizzarne gli aspetti più elevati