Le Dieci Leggi Psicologiche

di Roberto Assagioli

Gli Esercizi di Psicosintesi proposti nella sezione dedicata, sono basati su alcune leggi fondamentali (le Dieci Leggi Psicologiche) relative ad alcuni aspetti del funzionamento della nostra psiche, secondo la formulazione di Roberto Assagioli. La corretta conoscenza ed applicazione di queste leggi può consentire alla nostra Volontà di assumere una posizione centrale e di interagire nella maniera più saggia ed equilibrata con le altre funzioni psichiche. Secondo il padre della Psicosintesi, “ignorare queste leggi significa sprecare, o correre il rischio di usare in modo sbagliato, il potere intrinseco che la volontà possiede grazie alla sua posizione centrale“.

Psicologo Online - L'Atto di Volontà

Roberto Assagioli – L’Atto di Volontà (Astrolabio Ed.)

Questa è un’epoca in cui l’umore decide le sorti delle persone, piuttosto che essere le sorti a decidere lo stato d’animo.

Sir Winston Churchill

Prima legge:

Le immagini o figure mentali e le idee tendono a produrre le condizioni fisiche e gli atti esterni ad esse corrispondenti.

Seconda legge:

Gli atteggiamenti e i movimenti e le azioni tendono ad evocare le immagini e le idee corrispondenti, queste, a loro volta (secondo la legge seguente) evocano e rendono più intense le emozioni e i sentimenti.

Terza legge:

Le idee e le immagini tendono a suscitare le emozioni ed i sentimenti ad esse corrispondenti.

Quarta legge:

Le emozioni e le impressioni tendono a suscitare ed a intensificare le idee e le immagini ad esse corrispondenti o collegate.

Quinta legge:

I bisogni, gli istinti, gli impulsi e i desideri tendono a produrre le immagini, le idee e le emozioni corrispondenti. Immagini ed idee, a loro volta (secondo la prima legge) suggeriscono le azioni corrispondenti.

Sesta legge:

L’attenzione, l’interesse, l’affermazione, e la ripetizione rafforzano le idee, le immagini e le formazioni psicologiche su cui si accentrano.

Settima legge:

La ripetizione degli atti intensifica la tendenza a compierli e rende più facile e migliore la loro esecuzione, fino a che si arriva a poterli compiere inconsciamente.

Ottava legge:

Tutte le varie funzioni, e le loro molteplici combinazioni in complessi e sub-personalità, mettono in moto la realizzazione dei loro scopi al di fuori della nostra coscienza, e indipendentemente da, e perfino contro, la nostra volontà.

Nona legge:

Gli istinti, gli impulsi, i desideri e le emozioni tendono ad esprimersi ed esigono espressione.

Decima legge:

Le energie psichiche si possono esprimere:

  1. Direttamente (sfogo-catarsi);
  2. Indirettamente, attraverso un’azione simbolica;
  3. Con un processo di trasmutazione.

Dal testo: L’atto di Volontà – p.44 e seg.