Esercizi di Psicosintesi – Evocare il Buonumore

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

L’esercizio per evocare il buonumore è uno dei più preziosi tra quelli proposti da Roberto Assagioli nell’ambito della “Psicosintesi”, finalizzato all’evocazione in noi stessi di uno stato di benessere psicologico.

Per quanto possa sembrare controintuitivo, il buonumore non è necessariamente la conseguenza di come vanno per noi le cose nella vita. Esso può infatti essere evocato, stimolato e mantenuto in noi indipendentemente dall’impatto che gli eventi della vita hanno su di noi. Spetta a noi, in sostanza, rifiutarci di consentire alle situazioni spiacevoli con cui chiunque si deve quotidianamente confrontare di alterare il nostro stato interiore di buonumore.

Gli stati di gioia, serenità e benessere psicologico più stabili e profondi sono senza dubbio quelli che riusciamo a sviluppare e mantenere in noi grazie all’aiuto della nostra volontà e del nostro rifiuto ad identificarci con quegli stati d’animo come la tristezza, la debolezza e l’apatia che periodicamente fanno la loro comparsa nel campo della nostra consapevolezza.

Molto dunque possiamo fare per il nostro benessere psicologico quotidiano, e questo esercizio ne è un esempio. Il buonumore ha una grande proprietà magnetica nelle relazioni, genera ottimismo nella vita e negli affari, ed aiuta persino la nostra salute. Proviamo dunque questo esercizio, da fare preferibilmente al mattino. Bastano davvero pochi minuti per ottenere un grande risultato.

Esercizi psicosintesi - Evocare il buonumore

 

L’Esercizio per Evocare il Buonumore

  • Rilassate ogni tensione muscolare e nervosa; respirate lentamente e ritmicamante; esprimete buonumore sorridendo (Potete aiutarvi guardandovi in uno specchio, o visualizzandovi con questa espressione).
  • Riflettete sul buonumore; rendetevi conto del suo valore, della sua utilità, specialmente nel nostro agitato mondo moderno. Apprezzatelo. Desideratelo.
  • Evocate direttamente il buonumore; cercate di sentirlo pronunciando più volte la parola.
  • Immaginate di trovarvi in circostanze che tenderebbero a preoccuparvi o irritarvi, ad esempio: in presenza di persone ostili, di dover risolvere un problema difficile, di essere obbligati a fare varie cose rapidamente, o di trovarvi in pericolo, mantenendo il buonumore.
  • Proponetevi di restare di buonumore durante tutto il giorno, qualsiasi cosa accada; di essere un esempio vivente di buonumore; di irradiare buonumore.

Questo esercizio può essere fatto (con le modificazioni del caso) per evocare ogni altra qualità, ad esempio:
Coraggio; Letizia; Pazienza; Serenità; Volontà.

 

Tratto da: Guggisberg Nocelli – Conosci, Possiedi, Trasforma te stesso

 

Hai provato questo esercizio e vuoi farci sapere le tue impressioni? Puoi farlo utilizzando lo spazio dedicato ai commenti dei lettori. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *